Sono andato a vedere “World War Z”

By 28 giugno 2013Fragiliparole
no image added yet.

Ebbene sì, anche io ero tra quelli che attendevano con ansia l’uscita nelle sale di questo film all’Americana pazzesco pieno di catastrofi, un’epidemia di una malattia allucinante che si diffonde a vista d’occhio etc…etc… ma c’è una premessa da fare per tutti coloro che si imbatteranno su questo articolo:

  • QUESTO NON è UN SITO DI RECENSIONI DI FILM
  • STO PER RACCONTARE IL FILM, QUINDI NON VOGLIO SPOILERARTI ESCI SUBITO DA QUESTO ARTICOLO E VAI QUI
  • SE CASOMAI PARTISSE UN FLAME DI COMMENTI STILE FORUM DA GEEK SAPPI CHE NE ANDREI MOLTO FIERO
  • ULTIMA REGOLA DEL FIGHT CLUB: NON SI PARLA DEL FIGHT CLUB 😀

world_war_z-wide

 

Il film fin dai primi dieci minuti non si risparmia regalando un assaggio di quel che saranno i restanti 120 minuti…il protagonista (Gerry Lane / Brad Pitt ex agente delle nazioni unite) cercherà di mettere in salvo la sua famiglia nell’attesa di essere prelevato e portato in un luogo sicuro dall’esercito delle nazioni unite. I quattro riescono a salvarsi e vengono ospitati presso una nave delle nazioni unite ma a costo che Gerry torni in servizio per cercare di combattere l’epidemia. Gerry accetta ed inizia un giro del mondo (se così lo si può definire), in 20 minuti…passiamo dalla Corea del Sud per volare in Israele ed atterrare a Dublino per scoprire che basta iniettarsi un ceppo virale di una malattia a scelta tra Tifo, Sars o Hiv per sfuggire all’ira degli Zombie. Ed ecco che Gerry riesce a trovare l’antidoto per combattere gli Zombie. Ci sarà un sequel? Secondo me sì…mi è rimasta impressa la frase finale del film “Dobbiamo capire che solamente aiutandoci gli uni con gli altri potremmo farcela.” (questo era forse un pò il messaggio che il film voleva far passare? A me è passato questo)

Lascia un commento con Facebook o altri Social:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi